Il Liverpool batte il Milan 3-2 in un match pieno di emozioni! Beffa per l’Inter che cede al Real solo all’89’

condividi su

Il Liverpool passa col punteggio di 3-2 davanti ai propri tifosi, mentre l’Inter subisce la beffa nel finale, vince il Real 0-1

 

LIVERPOOL-MILAN 3-2

Il Milan di Pioli si presenta ad Anfield con l’obiettivo di stupire, consci dell’inferiorità tecnica e fisica rispetto agli uomini di Jurgen Klopp. Molti sono i giocatori del Milan che calcano per la prima volta l’Anfield, ancora più quelli che partecipano ad una partita ufficiale di UEFA Champions League.

Il racconto della partita

Inizio da horror per i rossoneri che non riescono a creare nessuna occasione da gol ed anzi sbagliano molti passaggi che innescano spesso le ripartenze ed i tiri dal limite dei padroni di casa. Su una di queste ripartenze si inserisce Alexander Arnold che tira e sfrutta la deviazione di Tomori per portare i suoi in vantaggio. Il Milan cerca di reagire ma invano, l’inesperienza e la superiorità dei Reds è tale da impedirgli di creare azioni ragionate e palla a terra. Al 12′ i padroni di casa hanno l’occasione per andare sul doppio vantaggio su rigore, Salah parte dal dischetto ma Maignan para strepitosamente prima il penalty e poi anche la ribattuta salvando i suoi dal 2-0. L’epilogo sembra fin qui segnato ma in poco tempo accade l’impensabile: al 42′ Rebic riceve un passaggio e fulmina Allison con un destro a rientrare per il pareggio. Solo due minuti dopo Brahim Diaz si precipita su un pallone rimasto sulla linea per il clamoroso 2-1, che si protrae fino al fischio di fine primo tempo

Nel secondo tempo il Liverpool torna rabbioso e gli bastano tre minuti per riportare il punteggio sulla partità: Salah sfrutta un passaggio sul filo del fuorigioco e fa partire un piccolo pallonetto che non lascia scampo all’incolpevole Maignan. Il Milan adesso cerca di avanzare perchè sa che continuando a difendersi si concederebbe solo al Liverpool, schiacciandosi nella propria area. La tattica è infatti corretta ma sugli sviluppi di un corner, Bennacer spizza il pallone fuori ma Henderson intercetta e fa partire un tiro angolato in cui il portiere rossonero può solo guardare. Il Liverpool porta a casa il 3-2, i tre punti e tira un sospiro di sollievo dopo esser andata sotto all’intervallo nel giro di pochi minuti

 

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson, Alexander Arnold, Gomez, Matip, Robertson, Keita, Fabinho, Henderson, Salah, Jota, Origi. All. Klopp

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernández; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Leão; Rebić. All.: Pioli.

Marcatori: 9′ Tomori (AU), 42′ Rebic, 44′ Diaz, 48′ Salah, 69′ Henderson


 

INTER-REAL MADRID 0-1

Esordio di Simone Inzaghi in Champions League e di fronte si trova la squadra con più Champions della storia, il Real Madrid allenato da uno dei migliori tecnici al mondo, Carlo Ancelotti

Il racconto della partita

Un ‘ Inter convincente quella di Simone Inzaghi, che però non riesce a portare punti a casa contro una squadra esperta come il Real di Carletto Ancelotti. I nerazzurri fanno la partita per tutto il primo tempo, creando tanto, ma non riuscendo a superare un imperioso Courtois. I nerazzurri infatti sfiorano a più riprese il vantaggio con Lautaro e Dzeko, ma il portiere belga ha alzato la saracinesca in più occasioni. Nel secondo tempo la partita cambia, il Real rientra dagli spogliatoi con una marcia in più.

E se è vero che nel primo tempo meritano i nerazzurri, nel secondo tempo altrettanto merita il Real, che riesce a schiacciare i padroni di casa per buona parte della seconda frazione. I difensori nerazzurri, in particolare Skriniar, sono strepitosi nel chiudere puntualmente le frecce madrilene quando ripartono. Ma é proprio una delle frecce a colpire sull’ unica macchia dell’ Inter in questa gara, infatti Rodrygo all’ 89′ viene lasciato libero di tirare in area di rigore e punisce l’ Inter. La partita di San Siro termina 1-0 per il Real, un vero peccato per i nerazzurri che hanno giocato una partita impeccabile. Ma l’ esperienza e la fame di Benzema e compagni ha sicuramente fatto la differenza e i 3 punti li portano a casa loro.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro.
Allenatore: Simone Inzaghi.

REAL MADRID (4-3-3): 1 Courtois; 2 Carvajal, 3 Militao, 6 Nacho, 4 Alaba; 15 Valverde, 14 Casemiro, 10 Modric; 17 Vazquez, 9 Benzema, 20 Vinicius Jr.
Allenatore: Carlo Ancelotti.

Marcatori: 89′ Rodrygo

 

 

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *