LA DECIDE OKEREKE, LA ROMA SI FERMA ANCORA. VENEZIA – ROMA È 3-2

condividi su

Bellissima partita al Penzo di Venezia, che tra un ribaltone e un altro vede trionfare la squadra di Zanetti con il risultato di 3-2. Notte fonda per la Roma di José Mourinho che durante la pausa avrà molto su cui lavorare

TATTICAMENTE

Classico 4-3-3 per il Venezia di Paolo Zanetti che inserisce Kyine al posto dell’ infortunato Johnsen e preferisce Okereke ad Henry per sfruttare le ripartenze della freccia nigeriana . Cambia Mourinho a causa dell’ assenza sulla sinistra di Vina, oltre che dell’ infortunato a lungo corso Leonardo Spinazzola: 3-1-4-2 scelto dall’ allenatore portoghese in cui figurano Ibanez, Mancini e Kumbulla nella difesa a 3 ed il solito Cristante ad agire da perno davanti alla difesa. Le maggiori novità sono rappresentate da El Shaarawy, ispiratissimo nelle ultime due gare, che gioca a tutta fascia al posto di un Mkhytharian in gran difficoltà e Shomurodov a fare coppia con il solito Tammy Abraham.

LA COPPIA DEL GOL

Il Venezia non perde tempo e trova subito il gol che sblocca il match : passano poco più di due minuti e su un pallone messo in mezzo da Aramu si fionda Caldara, che controlla e fa 1-0.
La risposta della Roma però non tarda a reagire con Abraham che si procura un calcio di rigore su ingenuità di Haps. Il rigore è netto, tuttavia Aureliano viene richiamato dal VAR per un possibile fuorigioco di Pellegrini precedente al contatto. Dopo 3 minuti di attesa il rigore non viene convalidato per offside. La Roma non molla e continua a cercare il gol del pareggio, andandoci vicina poco dopo con Shomurodov, ma soprattutto con la grandissima occasione capitata sui piedi di Abraham : il numero 9 si trova libero di calciare in area di rigore, ma Romero viene salvato dal quarto legno del campionato colpito dall’ attaccante giallorosso.
La Roma cerca con insistenza il gol che la rimetterebbe in carreggiata , ma attenzione alle ripartenze dei padroni di casa, in particolare con un tarantolato David Okereke che sta mettendo in grande difficoltà i centrali della Roma con la sua velocità e al 36′ dopo aver saltato Kumbulla va vicinissimo al gol del raddoppio calciando a lato di un soffio.
Al minuto 43 la Roma si rende pericolosa con un cross di El Shaarawy sul quale svetta Abraham e sulla respinta di Romero Shomurodov riesce a ribadire in rete siglando il gol del pareggio. Il Venezia accusa il colpo e abbassa ulteriormente il baricentro. Ne approfitta ancora Abraham che su una palla vagante in area di rigore mette fuori dai giochi il suo marcatore e trova un gran gol, dopo più di un mese dalla sua ultima rete, la coppia d’ attacco della Roma la ribalta, é 2-1.

LA DECIDE OKEREKE

Il secondo tempo si apre con una grande occasione per Stephan El Shaarawy, respinta da Romero. Ma il Venezia non ci sta e la reazione è immediata : Cristante fa fallo in area di rigore e al 20′ il Venezia ha l’ occasione di pareggiare i conti. Mattia Aramu con freddezza glaciale batte Rui Patricio e trova il gol del 2-2.
La Roma con qualche sussulto cerca il gol che la riporterebbe in vantaggio e senza dubbio l’ occasione più ghiotta capita sui piedi di Abraham che calcia dal limite dell’ area ma sciupa tutto. Sul ribaltamento dell’ azione è Okereke a coronare una prestazione da urlo con il gol che riporta in vantaggio i padroni di casa , é 3-2 Venezia!
La Roma dopo il gol subito concede tanto nel tentativo di riprendere nuovamente il controllo della gara e viene salvata prima dalla traversa sul tentativo aereo del neo entrato Modolo, poco dopo da una gran parata di Rui Patricio su Okereke. La Roma negli ultimi minuti fatica a trovare occasioni da gol, ma è il Venezia ad avere l’ occasione per chiudere la partita ed è ancora la traversa a fermare i padroni di casa. Dopo i cinque minuti di recupero arriva il fischio finale di Aureliano, il Venezia a sorpresa batte la Roma. Continua il periodo difficile della squadra di José Mourinho, mentre la squadra di Paolo Zanetti appare sempre più in crescita e c’è da sottolineare la mano dell’ allenatore che con una rosa che molti definivano non all’ altezza del campionato sta facendo molto bene.

UOMO PARTITA DELIVER : DAVID OKEREKE

Il nigeriano è l’ uomo più pericoloso del Venezia fin dai primi minuti di gioco mettendo in seria difficoltà i centrali della Roma con la sua velocità e un dribbling ubriacante. Ha anche il merito di aver siglato il gol vittoria freddando Rui Patricio, grandissima prestazione.

MARCATORI : 3′ Caldara (V) , 43′ Shomurodov (R) , 47 Abraham (R) , 65′ Aramu (V) su rigore, Okereke (V) al 74′.

VENEZIA (4-3-3): Romero; Mazzocchi (77′ Ebuehi) , Caldara, Ceccaroni, Haps; Crnigoj (46′ Sigurdsson) , Ampadu, Busio; Kiyine (70′ Modolo), Aramu (77′ Tessman) , Okereke (89′ Henry) . All.: Zanetti

ROMA (3-1-4-2): Rui Patricio; Mancini, Kumbulla (66′ Perez) , Ibanez; Karsdorp (83′ Zalewski) , Veretout, Cristante, El Shaarawy (Zaniolo); Pellegrini; Abraham, Shomourodov (83′ Mayoral). All: Mourinho

NOTE: Ammoniti Karsdorp, Kyine, Abraham, Romero. Recupero 2 e 5.

FOTO: PAGINA FACEBOOK VENEZIA

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *