Lazio a valanga sulla Salernitana | Il Verona di Tudor ferma anche il Napoli!

condividi su

Lazio che vince 3-0 contro la Salernitana e sale al quinto posto, Napoli che si ferma contro un grande Verona e adesso aspetta il risultato di Milan-Inter

 

LAZIO-SALERNITANA

La Lazio si presenta a questo match imbattuta da tre partite, dopo il tonfo contro il Verona solo risultati utili per la formazione di Sarri che punta a mantenere il trend positivo anche contro la Salernitana. Dopo il turnover in Europa League, torna l’11 titolare che ha quasi battuto l’Atalanta una settimana fa

 

IL RACCONTO DELLA PARTITA

 

Primo quarto d’ora di studio tra le due squadre che porta a numerosi falli con l’arbitro che si dimostra dal cartellino facile ed ammonisce in meno di due minuti prima Gyomber e poi Cataldi. 

Alla mezz’ora i padroni di casa sbloccano il match con Immobile: Milinkovic mette in area un cross dalla destro che Pedro corregge e serve perfettamente l’attaccante italiano che che supera Belec con un colpo di testa angolato.

Servono meno di cinque minuti ad i biancocelesti per raddoppiare: dopo l’assist Pedro si prende la gioia personale che ruba il pallone a Gyomber e fa partire un sinistro verso il palo lontano che non lascia scampo al portiere ospite

2° TEMPO

Nel secondo tempo esce Simy ed entra Djuric e questo cambio si dimostra azzeccato: l’attaccante è più volte pericoloso verso Reina e partecipa alla manovra offensiva maggiormente rispetto al nigeriano

Ciò nonostante l’inerzia del match non cambia ed i padroni di casa vanno addirittura sul 3-0 con Luis Alberto che riceve da Felipe Anderson e mette in buca d’angolo facendo passare il pallone prima tra le gambe del difensore e poi tra le mani di Belec segnando il definitivo 3-0

 

UOMO PARTITA DELIVER: PEDRO

Lo spagnolo continua a stupire i tifosi laziali ed anche quelli dell’intera serie A. Lotta su ogni pallone, serve assist e poi si aggiunge anche al tabellino dei marcatori facendo andare i suoi a riposo sul doppio vantaggio. Dopo la parentesi negativa alla Roma, Pedro torna ad essere protagonista

 

Marcatori: Immobile 31′, Pedro 36′, Luis Alberto 69′

 

LAZIO (4-3-3): Reina; Hysaj, Luiz Felipe, Acerbi, Marusic; S. Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; F. Anderson, Immobile, Pedro. All. Sarri 

SALERNITANA (4-3-1-2): Belec, Zortea, Gyomber, Strandberg, Ranieri, Obi, Di Tacchio, Schiavone, Ribery, Simy, Bonazzoli. All. Colantuono 


 

NAPOLI-VERONA

 

Napoli di Spalletti che deve vincere per confermare la prima posizione e, perchè no, allungare sul Milan nel caso in cui i rossoneri non dovessere ottenere bottino bottino pieno nel derby delle 20:45 contro l’Inter di Simone Inzaghi.

 

IL RACCONTO DELLA PARTITA

Verona di Tudor in forma che dopo aver battuto Lazio, Roma e Juve tenta l’impresa al Diego Armando Maradona. Al 13′ quello che non ti aspetti, uno scatenato Simeone segna anche al Napoli servito da Barak elude Rrahmani anticipandolo e tocca in rete alle spalle di Ospina

Servono però solo 5′ al Napoli per pareggiare: punizione di Insigne che serve Rrahmani, poi Fabian Ruiz ed infine Di Lorenzo che tira rasoterra sotto le gambe di Montipò per l’1-1

Da qui in poi ritmi altissimi col Napoli che tenta il 2-1 prima della fine del primo tempo per indirizzare la partita verso i partenopei ma gli scaligeri non sono della stessa idea, difendendo bene sugli attacchi del Napoli e creando pericoli con Barak

2° TEMPO

Partita molto equilibrata nella seconda frazione con addirittura gli ospiti più vicini al vantaggio nel primo quarto d’ora. Nella seconda parte però è solo Napoli: prima Osimhen e poi Insigne su punizione vanno vicinissimi al 2-1

Finale rocambolesco con addirittura 2 espulsioni, prima Bessa all’88’ e poi Kalinic al 93′ ed il Verona termina la partita addirittura in 9 uomini ma nonostante la doppia inferiorità numerica al fischio finale gli ospiti esultano per un punto importante. Gli azzurri possono recriminare dopo un buon primo tempo ma mantengono comunque l’imbattibilità in campionato e la testa della classifica fino alla partita del Milan

 

UOMO PARTITA DELIVER: BARAK

Il centrocampista ceco ex Udinese serve l’assist per il momentaneo vantaggio Verona e gioca per 90′ minuti in maniera brillante arrivando quasi a segnare il gol del 2-1 sia nel primo tempo sia nel secondo. Se il Verona ha ottenuto almeno un punto, è merito suo

 

Marcatori: Simeone 13′ (VER), Di Lorenzo 18′ (NAP)

 

 

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, L. Insigne; Osimhen. All. Spalletti.

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Miguel Veloso, Casale; Barak, Caprari; Simeone. All. Tudor.

 

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *