Lazio, il cinismo non basta | Al Velodrome è 2-2 contro il Marsiglia

condividi su

I biancocelesti passano in svantaggio su rigore ma tra fine primo tempo e inizio secondo ribaltano tutto. Payet all’82’ nega i 3 punti ma la prestazione non è delle migliori


 

IL RACCONTO DELLA PARTITA

 

Nel primo tempo il dominio Olimpique Marsiglia è netto: prima Payet e poi Milik vanno vicinissimi al vantaggio nella prima mezz’ora, entrambi parati e deviati in angolo da un ottimo Strakosha. Allo scoccare della mezz’ora Acerbi trattiene Milik ed il polacco cade in area. Dopo aver rivisto al VAR l’arbitro assegna il calcio di rigore che segna lo stesso polacco ex Napoli che porta i suoi in vantaggio

A poco meno di un minuto dalla fine del recupero della prima frazione, Felipe Anderson supera Pau Lopez segnando l’1-1 ma l’arbitro annulla il gol. Dopo il consulto al VAR il fuorigioco è in realtà inesistente ed il gol viene assegnato al brasiliano. L’arbitro fischia subito la fine del primo tempo, non dando tempo al Marsiglia nemmeno di ripartire con la palla a centrocampo

2° TEMPO

 

Nella seconda frazione la Lazio parte forte e dopo pochi minuti va addirittura in vantaggio: Saliba liscia sul retropassaggio Rongier e Immobile non perdona segnando il gol del momentaneao 2-1. Da questo momento in poi la Lazio assume un atteggiamento abbastanza arrendevole, tentando di portare a casa il risultato con il minimo sforzo

L’obiettivo stava per essere raggiunto ma all’82’ Payet sfrutta una deviazione per piazzare il gol a porta praticamente spalancata e pareggiare così il match. I biancocelesti restano attoniti e non reagiscono subito ed addirittura il Marsiglia va ad un passo dal clamoroso 3-2 ma Payet viene fermato dalla traversa

Come all’andata, le due squadre si dividono la posta in palio ed adesso Lazio e Marsiglia occupano la seconda e terza posizione rispettivamente a 5 e 4 punti

 

UOMO PARTITA DELIVER: DIMITRI PAYET

Crea pericoli per gran parte dei 90′ e merita di segnare un gol già nella prima frazione. Prende un palo nel primo tempo e, dopo aver segnato il gol del definitivo 2-2, va vicino al gol del sorpasso sul finale. Oggi la difesa della Lazio ha dovuto affrontare uno scatenato Payet e per noi il migliore in campo non può che essere lui

 

Marcatori: Milik 33′ (R) (OLM), F. Anderson 45+5′ (LAZ), Immobile 49′ (LAZ), Payet 82′ (OLM)

 

MARSIGLIA (4-4-1-1) – Pau Lopez; Rongier, Saliba, Caleta-Car, Peres; Lirola, Guendouzi, Kamara, Under; Payet; Milik. All Sampaoli. A disposizione: Ngapandouentnbu, Mandanda, Alvaro, Balerdi, Harit, Gerson, Luis Henrique, Dieng, De La Fuente, Gueye, Amavi.

LAZIO (4-3-3) – Strakosha; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Luis Alberto, Leiva, Basic; Felipe Anderson, Immobile, Pedro. All. Sarri. A disposizione: Reina; Furlanetto, Patric, Escalante, Akpa Akpro, Romero, Milinkovic, Radu, Moro, Cataldi, Marusic, Muriqi.

 

Arbitro: Sanchez (Spa). Guardalinee: Cabanero e Prieto (Spa). Quarto uomo: Grado (Spa). Var: Munuera (Spa). Avar: de Burgos (Spa).

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *