L’Inter è un carrarmato: 3-0 alla Roma in 45 minuti e 2°posto in classifica

condividi su

Nel match delle 18:00, in scena all’Olimpico, dominio totale dell’Inter che asfalta la Roma 3-0 già dopo 45 minuti. A segno CalhanogluDzekoDumfries.

PRIMO TEMPO ALL’OLIMPICO: UNA SOLA SQUADRA IN CAMPO

L’Inter parte forte sin dai primi minuti, macinando gioco e tentando più volte di sorprendere la difesa giallorossa ben schierata da Mourinho. Dal canto suo, la Roma, lascia il gioco agli avversari sfruttando la velocità in eventuali contropiede. Vari calci d’angolo per l’Inter in questo avvio; da uno di essi nasce il vantaggio al 15′ minuto: Calhanoglu sul punto di battuta prima osserva la posizione dei compagni, poi decide di calciare direttamente in porta trovando, grazie all’incertezza del portiere, un gol da cineteca. Nonostante il gol subìto i padroni di casa non si perdono d’animo e provano a fare il loro gioco, tuttavia l’Inter si dimostra superiore. La qualità dei nerazzurri è tanta ed al 24′ arriva anche il gol del raddoppio: tanto possesso palla dei ragazzi di Inzaghi e ancora il numero 20 sforna l’assist per Dzeko che segna il gol dell’ex, calciando quasi un rigore in movimento. Al 29′ è ancora il “cigno di Sarajevo” a sfruttare una splendida imbucata di Correa, trovando però la risposta di Rui Patricio. Al 31′ si affaccia la Roma dalle parti di Handanovic con Mkhitaryan che non trova la gioia del gol. Minuto 37′, prima vera opportunità per la Roma con Vina che trova un’ottima risposta di Dumfries, il quale al 39′ approfitta di  una sventagliata di Bastoni e, di testa, sigla il 3-0. Si chiude così il primo tempo con i campioni d’Italia ancora in possesso ed un risultato rotondo rifilato ai padroni di casa.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo vede l’Inter battere il calcio d’inizio e continuare col possesso, mentre la Roma alza il pressing provando a invertire l’inerzia del match. In effetti, il primo quarto d’ora  è più equilibrato poiché i giallorossi prendono coraggio e sono più intraprendenti. Poi è nuovamente l’Inter a prendere in mano le redini del gioco, soprattutto con il neoentrato Vidal che impegna Rui Patricio in una serata purtroppo non facile. Successivamente sono i nerazzurri a mettersi sulle difensive e ad osservare le manovre romaniste, senza però scomporsi minimamente, e ripartendo velocemente in particolare con Dumfries Bastoni. Ancora la Roma pericolosa al 78′; palla in mezzo per la testa di Zaniolo che si scontra con Handanovic. Tra le proteste giallorosse, l’arbitro non assegna il calcio di rigore. Poi tornano gli ospiti in attacco ancora con Dumfries che mette in mezzo per Sanchez; conclusione murata in qualche modo dalla difesa. Ancora i giallorossi in attacco con Zaniolo che si mette in proprio, entra in area e calcia, trovando però solo l’illusione della rete; il pallone esce di pochissimo. Ennesimo attacco dell’Inter con Perisic che serve Sensi all’86’ il quale apre troppo il piatto spedendo la sfera sopra la traversa e fallendo l’occasione del 4-0. Al termine del match ci prova ancora la squadra di Mourinho ma il risultato è ormai scritto. Al triplice fischio, 3-0 all’Olimpico con un dominio assoluto dell’Inter che sale al 2°posto, in attesa del match del Napoli contro l’Atalanta, mentre la Roma resta 5° ma deve guardarsi da Fiorentina, Juventus Bologna.

 

UOMO PARTITA DELIVER

Hakan Calhanoglu, quello del centrocampista nerazzurro è un assoluto magic moment; gol, assist ed un’altra prestazione da incorniciare. Quando è in stato di grazia, tutto il centrocampo funziona alla perfezione e, in questo momento, lo sta dimostrando ulteriormente.

AMMONITI/ESPULSI

Ibanez (R) amm.37′; Barella (I) amm.47′; Mancini (R) amm. 61′; Zaniolo (R) amm. 75′.

MARCATORI

H. Chalanoglu (I) 15′; E. Dzeko (I)24′; D. Dumfries (I) 39′.

FORMAZIONI

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Smalling, Mancini, Kumbulla (E. Bove 61′); Ibanez, Veretout (C. Volpato 90’+1), Cristante, Mkhitaryan, Vina; Zaniolo, Shomurodov.                                                                                                                                                                                                                                                                                     All: Mourinho.

INTER (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Bastoni (F. Dimarco 76′); Dumfries, Calhanoglu (S. Sensi 83′), Brozovic, Barella (A. Vidal 59′), Perisic; Dzeko (M. Vecino 76′), Correa (A. Sanchez 59′).                                                                                                                                                                                                All: Inzaghi.

Foto Sky Sport

 

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *