Si annullano le milanesi, il derby finisce in parità

condividi su

Finisce in parità il derby della Madoninna, Chalanoglu e l’autorete di De Vrij fissano l’1-1 a San Siro.

Si chiude come meglio non si può il 12° turno di Serie A, con il derby tra Milan e Inter. Formazione di Pioli classica con unico deficit l’assenza di Theo, squalificato. Inzaghi ha tutti a disposizione e manda in campo i suoi fedelissimi.

Tra rigori e salvataggi 

Primo tempo dove succede davvero di tutto, non c’è un attimo di tregua nello spettacolo di San Siro. Dopo appena 10 minuti il direttore di gara, Doveri, assegna il penalty ai nerazzurri: ingenuità di Kessiè che pressato da Dzeko e Chalanoglu stende il turco, contatto che provocherà molte polemiche nel post gara. Dal dischetto si presenta proprio l’ex della partita, Chalanoglu calcia forte e centrale battendo Tatarusanu per il momentaneo 0-1. Passano appena 7 minuti e il Milan rimette la gara in parità: calcio piazzato di Tonali, nella mischia de Vrij spedisce il pallone nella sua porta portando il match sull’1-1. La gara continua a ritmi forsennati con capovolgimenti di fronte continui. Poco prima della mezzora, Darmian, servito in area, viene steso da Ballo-Tourè, Doveri non ha dubbi e indica per la seconda volta il dischetto. Stavolta si presenta Lautaro Martinez, Tatarusanu ipnotizza clamorosamente Lautaro e con una grande parata neutralizza il penalty. Nel finale, dopo qualche occasione per il Milan, si riaffaccia l’Inter dalle parti di Tatarusanu. Perisic arriva sul fondo e serve in area Barella che trova il miracoloso salvataggio di Ballo-Tourè sulla linea. Ultima occasione per Lautaro che servito da Dzeko a centro area sfiora il palo sinistro. Prima frazione a ritmi altissimi e ricca di emozioni.

Pareggio giusto

Seconda frazione dal volto diverso con le due squadre in attesa e meno propositive.  Le occasioni più grandi le ha l’inter nella prima mezzora del secondo tempo in particolare con Lautaro. Prima un suo tiro viene deviato e alzato sulla traversa, poi su un tiro-cross di Chalanoglu non arriva per un soffio al tocco vincente. Partita che prosegue con più impressione e qualche errore di troppo che non consente alle due squadre di arrivare al gol. Attacca e ci crede di più l’Inter, ma senza impensierire particolarmente Tatarusanu. Sul finale si fa sotto nuovamente il Milan che con Ibra cerca il gol del vantaggio, Handanovic gli nega il gol su punizione. Ultima occasione per Saelemakers che da fuori centra in pieno il palo. Pareggio giusto per quello che si è visto con l’Inter che può avere qualche rimpianto in più anche per il penalty sbagliato.

MARCATORI: H.Chalanoglu 11′ (I) (r), S.De Vrij (M) (a) 17′.

Ammoniti: Tourè

UOMO PARTITA DELIVER: CHALANOGLU 

Il turco si accende contro la sua ex squadra, partita di intensità e carattere. Si prende la responsabilità dal dischetto e non delude, una delle migliori partite da quando veste nerazzurro.

 

MILAN (4-2-3-1): 1 Tatarusanu; 2 Calabria, 24 Kjaer, 23 Tomori, 5 Ballo-Touré; 8 Tonali, 79 Kessie; 33 Krunic, 10 Diaz, 17 Leao; 11 Ibrahimovic.
A disposizione: 83 Mirante, 4 Bennacer, 9 Giroud, 12 Rebic, 14 Conti, 20 Kalulu, 25 Florenzi, 27 Maldini, 41 Bakayoko, 46 Gabbia, 56 Saelemaekers, 64 Pellegri.
Allenatore: Stefano Pioli.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro

A disposizione: 97 Radu, 2 Dumfries, 5 Gagliardini, 7 Sanchez, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 19 Correa, 22 Vidal, 32 Dimarco, 33 D’Ambrosio.
Allenatore: Simone Inzaghi.

*Foto pagina instagram Milan

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *