Top 11 della dodicesima giornata di Serie A

condividi su

É terminata la dodicesima giornata di Serie A e come di consueto ecco a voi la top 11 di giornata.

(4-3-3)

Tatarusanu: Protagonista inatteso del derby di Milano. Para un rigore a Lautaro e dà sicurezza al reparto, Ciprian Tatarusanu smentisce tutti.

Cuadrado: Ha il grande merito di siglare il gol partita pur avendo giocato solo 10 minuti, quando la squadra di Allegri è in difficoltà il colombiano dà sempre il suo prezioso contributo.

Martinez Quarta: Così come Cuadrado è uno dei protagonisti di Juventus – Fiorentina, chiudendo prontamente ogni iniziativa degli attaccanti della Juve. L’ argentino è ormai una certezza per la Viola.

Caldara: Sblocca la partita contro la Roma e fa una gran fase difensiva. Il leader della difesa del Venezia trascina i suoi alla vittoria.

Sala: Prestazione appena sufficiente fino al minuto 56 in cui Jacopo Sala si inventa un gol capolavoro che regala una vittoria importantissima allo Spezia e che lo rende uno dei migliori difensori di questa settimana.

Luis Alberto: Sarri gli fa capire che non rientra nelle sue preferenze lasciandolo fuori nella scorsa partita di campionato. Luis risponde con una gran prestazione contro la Salernitana condita da un gol che chiude la partita.

Calhanoglu: In una partita per lui più che mai sentita Calhanoglu si procura e trasforma il calcio di rigore che porta i suoi in vantaggio, dimostrando grandissima personalità. Non sbaglia praticamente nulla in fase di manovra e si prende la prima top in questa stagione.

Svanberg: Il centrocampista svedese è uno dei giocatori più interessanti della squadra di Mihajlovic. Al Ferraris è autore di un gol e un assist che portano i suoi alla vittoria per 2-1 contro la Samp.

Aramu: Peccato per gli infortuni perché è un giocatore che quando è in forma dimostra il suo talento. Se Caldara è fondamentale in fase difensiva Mattia Aramu è il giocatore più importante per estro e fantasia della squadra di Zanetti. Sigla un gol e un assist e fa affondare la Roma.

Zapata: Fa il bello e cattivo tempo dell’ attacco bergamasco, partecipando attivamente alla manovra offensiva. Trova un gol bello quanto importante per ritrovare il vantaggio e decidere la gara.

Pedro: L’attaccante della Lazio è in una condizione di forma incredibile, che gli ha permesso di siglare 3 gol nelle ultime 3 gare. Contro la Salernitana prima confeziona un assist a Ciro Immobile, poi sigla il gol del raddoppio. Pedrito c’è.

 

 

condividi su

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *